Alcol: latino, arabo o indiano / indù? Un’etimologia

Qual è l’etimologia della parola “alcool”?

Secondo Wikipedia, “ la parola alcol appare in inglese come termine per una polvere molto fine nel sedicesimo secolo. Fu preso in prestito dal francese, che lo prese dal latino medico. In definitiva la parola deriva dall’arabo كحل (al-kuḥl, “kohl, una polvere usata come eyeliner”). Al- è l’articolo definitivo arabo, equivalente a quello in inglese;

Ciò che è alquanto sconcertante è il riferimento su cui si basa la pagina di Wikipedia nel passare la pronuncia sull’etimologia della parola. L’unica affermazione è un collegamento a un sito chiamato VIAS – come in ” Istituto virtuale di scienza applicata”, che è descritto come “Un’enciclopedia online di argomenti scientifici, con una sezione matematica e un dizionario tedesco / inglese.

Questo sito VIAS stesso è tuttavia più avveduto. Scrive (la mia enfasi in grassetto) – “La parola” alcool “deriva quasi certamente dalla lingua araba”, e in seguito (di nuovo, la mia enfasi in grassetto), “Una teoria popolare , trovata in molti dizionari, è che deriva da الكحل = ALKHL = al-kuhul, originariamente il nome del solfuro di antimonio in polvere molto fine Sb2S3 usato come antisettico e eyeliner. … Tuttavia, questa derivazione è sospetta

Gli autori dell’articolo di Wikipedia sembrano aver aggiunto un elemento di certezza che la fonte stessa non imputa.

Che ” al ” sia l’articolo definitivo arabo non è in dubbio. Tuttavia, ciò che non è del tutto chiaro è da dove provenga l’altra parte della parola – “cohol” o le sue variazioni. Per rispondere a questa domanda, viene fornito un suggerimento se ci si rende conto che gran parte, se non tutta, della matematica e della scienza araba viene dall’India. I viaggiatori arabi nel subcontinente indiano riportarono nelle terre arabe abbondanti quantità di conoscenza che poi utilizzarono nel loro commercio. Il sistema numerico decimale (sai – 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e quell’intero rotondo che ha reso possibile la matematica – 0!) È solo un esempio. Sviluppato per la prima volta dai matematici indù (“indiano” per quelli schizzinosi nel riconoscere all’Induismo qualcosa di utile), fu usato dai commercianti arabi per facilitare la loro contabilità e l’Occidente adottò lentamente questo sistema numerico – quasi mille anni dopo che era stato sviluppato in il subcontinente indiano. Il ramo della matematica noto come “Algebra” è un altro caso del genere, in cui il viaggiatore arabo al-Khwarizmi ha tradotto testi indù sulla matematica e che ha poi acquisito il nome di “Algebra”.

Pertanto, quando si apprende che ” kohala ” ( कोहल ) è la parola sanscrita per una preparazione alcolica nella medicina ayurvedica, diventa quasi una certezza che la parola “alcool” possa essere localizzata nel subcontinente indiano e le sue origini negli antichi testi indù su medicina e scienza. In effetti, uno dei testi di Susruta (l’antico scienziato indiano a cui dobbiamo la parola “sutura”) – Susruta Samhita – descrive le tre fasi del comportamento umano e animale dopo il consumo di bevande alcoliche!